random_image1.jpg

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

FAO Schwarz è un negozio di giocattoli storico a New York, la sua attuale location è nella famosa Rockefeller Plaza ad angolo con la 49th Street.

Per quasi trent'anni, dal 1986, il sogno di tutti i bambini

della Grande Mela era distribuito nei prestigiosi piani di una delle lobby del General Motors Building, al 767 della Fifth Avenue, tra Tiffany ed Apple.

Il trasloco della nota catena di giocattoli statunitense é stata una scelta obbligata a causa dall’aumento del costo degli affitti newyorkesi e alla concorrenza “sleale” dei negozi online che hanno determinato una chiusura temporanea del punto vendita per la ricerca di un locale “più modesto” (se tale si può definire l’attuale posizione al Rockefeller Center) rispetto alla lussuosa Quinta Strada.

Come tante altre cose che ho avuto la fortuna di vedere e visitare prima che per qualche motivo non ci fossero più, anche la vecchia sede di FAO Schwarz ha un posto importante nei miei ricordi.
Con emozione e piacere ricordo un commesso vestito da soldatino con tanto di gran cappello nero che accoglieva i clienti (con un saluto) portando la mano alla visiera e un sorriso contornato da grandi baffi scuri.
L'ingresso del vecchio negozio sulla Fifth Avenue e il saluto del "Soldatino"

Dentro il negozio tutto era enorme, peluche giganti che sfioravano alti soffitti, giochi di tutti i generi e per tutte le età, ma la star che tutti cercavano era solo una: il pianoforte del film Big di Tom Hanks. Prendendo le scale mobili, tra il continuo vociare di adulti e bambini si iniziavano a sentire delle note slegate e frammentate, seguendole si arrivava davanti ad un gigantesco pianoforte incastonato nel pavimento del primo piano vicino ad una vetrata affacciata sulla 58th St.
Di tanto in tanto alcuni commessi si prodigavano in performance su quei grandi tasti bianchi e neri, più come ballerini di tip-tap che pianisti, dando risalto a quello che comunque era un vero strumento musicale e non solo un passeggiatoio scenico per piccoli e grandi bambini.

Chiudere i battenti dopo 145 anni a New York (la fondazione della compagnia è nel 1862 ma il primo negozio nella City arriva nel 1870), è stato un passo dovuto per poter “tornare alla meraviglia” (“Return to Wonder” il motto della riapertura a NY) e ripartire alla grande nell’ottobre 2018 in uno store con una posizione d’eccezione e quasi 6.000 metri quadrati di pura gioia e incanto.

Entrando al 30 di Rock Plaza resta un po' l’amaro in bocca per l’assenza di quel soldatino ma la delusione dura pochi secondi e svanisce dopo che si entra dalla porta girevole in vetro e ottone.


All’ingresso di questo piccolo Paese dei Balocchi si trovano subito sulla destra i peluche con i famosi orsetti vestiti da soldatino. Sul lato opposto troverete un piccolo assaggio di caramelle e cioccolati che diventeranno una vera e propria montagna in fondo nello stesso piano dove sono esposti dolciumi a forma di pizza, uova, cetrioli e bacon. Prima di abbuffarsi consiglio di assistere ad uno dei mini spettacoli di illusionismo che i commessi inscenano per promuovere i giocattoli per i piccoli aspiranti maghi, e dal classico delle bacchette e dei cilindri neri si passa alla zona super tecnologica che ospita droni, macchine radiocomandate e giochi da tavolo virtuali, pronti ad incuriosire anche i moderni "diversamente giovani".


Breakfast Fao Schwarz

Salendo la scala circolare si accede al primo piano dove fa da padrone un nuovo “Big Piano”: irrinunciabile percorrerlo ma bisogna armarsi di un po' di pazienza per attendere il proprio turno (la fila nel periodo natalizio potrebbe essere interminabile) e riuscire a camminare su quei tasti luminosi e magici che catapultano come dentro un film.

Sullo stesso piano, dopo costruzioni in legno e le famose Lego merita una menzione speciale la zona Build a Bear, dove é possibile creare un orsetto secondo le proprie preferenze, scegliendo forma, vestiti e accessori.

Commesse Fao Schwarz

Questi sono gli aspetti salienti di una favola ad occhi aperti per i più piccoli e di un ritorno al passato per i più grandi.

Consiglio…

Fao Schwarz è da vedere! 
Meglio il periodo pre-natalizio che con il suo clima magico renderà ancora più suggestiva la visita.

Se avete bambini o ragazzi al seguito sono certo li farete felici e potreste barattare la visita del negozio e un piccolo souvenir con un più impegnativo (per loro) museo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Dicono di noi

Scopri New York

Seguimi su Facebook e Instagram

    In collaborazione con

S'Istella viaggi

Un Sardo a New York

Tutto iniziò il 17 agosto di 28 anni fa. 
Era il 1992, ed io poco più che bambino stavo seduto in preda all'agitazione su un Boeing 747-400 della KLM in volo da Amsterdam verso la città dei sogni, quelli di allora e quelli di oggi, la città con la ferita più grande di queste ingiustificabili crociate moderne, la città che non si è arresa e combatte con pugni e sorrisi, la città che non dorme mai: New York City


LEGGI TUTTO

Follow Us

facebook  instagram youtube twitter 

 

Contattaci

E-mail

Telefono