random_image2.jpg

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

In questo breve pezzo vi illustro la mia TOP TEN delle attrazioni newyorkesi.
Ho cercato di essere oggettivo e tralasciare l'aspetto emotivo

che mi può legare ai vari luoghi di New York. A fine articolo anche "il grande escluso" e un "jolly" che si possono considerare le due variabili o le due aggiunte di questo elenco. Non c'è un ordine di importanza.

1. Statua della Libertà
La sua silhouette, da qualsiasi angolazione la si veda, è sicuramente una tra le più famose. Non credo di sbagliare affermando che è la statua più conosciuta del mondo.
La Miss newyorkese che risiede a Liberty Island merita senza dubbio il viaggio in traghetto che la separa dall’isola di Manhattan. Se poi aveste la possibilità di prenotare con largo anticipo, vi consiglio di acquistare il biglietto per l’accesso alla corona. In ogni caso potrete visitare il nuovo museo a nord dell’isola , terminato nella primavera 2019, nel quale si può vedere da molto vicino la torcia originale della Statua.
VIDEO

 

2. Central Park
In qualunque stagione la si visiti non è possibile lasciare New York senza avere fatto qualche passo nel suo “polmone verde”.
Il grande rettangolo è, in qualunque periodo dell’anno, abbastanza affascinante da meritare una camminata nei suoi viali.
Che si tratti di ammirare i fiori della primavera, il verde dei prati appena percettibile sotto i colori dei teli e delle mise estive dei newyorkesi, le calde sfumature rossastre delle foglie in autunno o i laghetti innevati nella stagione più fredda; Central Park riuscirà a stupirvi nella sua unicità grazie anche al forte contrasto con tutto ciò che si erge oltre i suoi confini.

 

3. Top of The Rock
Trovarsi davanti L’Empire State Building illuminato in una delle sue numerose livree è una delle emozioni alle quali non riesco a rinunciare ogni volta che approdo nella city.
Quel “rooftop” al 70° piano è sicuramente il più affascinante di Midtown.

 

4. High Line
Più che un parco pensile, l’High Line è un vero e proprio museo a cielo aperto.
Lungo i suoi 3 kilometri e 750 metri è possibile trovare varie opere d’arte moderna che, insieme agli affascinanti scorci cittadini che la vecchia linea ferroviaria sopraelevata offre, renderanno la vostra passeggiata indimenticabile.
VIDEO

 

5. 11/9 Memorial Museum
La visita più toccante di tutta New York per chi come me ha vissuto in diretta la grande tragedia che è stata quell’ 11 settembre 2001.
Non privatevi dell’esperienza di vedere reperti fisici, audio e video che raccontano uno dei più tristi attentati della storia contemporanea.
Preparate un pacco di fazzoletti perché probabilmente vi tornerà utile.

 

6. Fifth Avenue
La famosissima Quinta Strada è abbastanza lunga da richiedere un’intera giornata per percorrerla tutta senza troppe soste e indugi.
I segmenti più noti sono senza dubbio quelli conosciuti come “Museum Mile” e quello che io ho ribattezzato “Fashion Mile”.
È esattamente di un miglio, infatti, la distanza che intercorre tra la 59t St e la 40th St., un kilometro e mezzo di marchi della moda e del lusso che hanno creato il mito della Fifth Avenue.

 

7. Guggenheim Museum
Il Solomon R. Guggenheim Museum è a mio parere un museo per tutti.
Figlio della matita del grande architetto Frank Lloyd Wright (nel 1992 fu aggiunta una palazzina complementare) è affascinante come pochi altri. Si apprezza sia per le opere dell’esposizione permanente con pittori come Picasso, Manet, Gauguin, Miró, che per le mostre temporanee,solitamente collocate nelle pareti esterne del suo corridoio spiraliforme. Quello che però segna il visitatore del Guggenheim Museum è, secondo me, la sua architettura: le sue morbide e ordinate bianche linee circolari fanno letteralmente girare la testa.

 

8. Brooklyn Bridge
Percorrere i 1825 metri del Ponte di Brooklyn è una delle cose che permetterà di gustarvi la vista di Manhattan da una delle prospettive più affascinanti e note della città.
Farlo nel tardo pomeriggio, quando il sole è prossimo al contatto con l’orizzonte, non potrà che intensificare l’emozione. Se non avete voglia di camminare potrete sempre optare per il noleggio di una bicicletta!

 

9. Times Square
Ero indeciso se mettere o meno Times Square tra queste 10 attrazioni perché per me è scontato dover passar per il centro nevralgico della Grande Mela.
New York non è USA come Times Square non è New York.
È in questo incrocio caotico che si capisce il significato della celebre definizione di New York come “The City that never sleeps”(La città che non dorme mai).
VIDEO

 

10. One World Observatory
Sono un amante degli osservatori e ovunque sia stato ho sempre cercato il punto più alto visitabile, scontato che non potesse mancare in questo elenco il più alto di New York.
La visita della Freedom Tower è un’emozione in tante fasi.
Inizia appena si arriva alla sua base (guardare verso l’alto da il senso di vertigine più di quanto si possa immaginare), prosegue lasciando quasi in apnea durante la salita in ascensore e finisce mozzando il fiato davanti alle sue vetrate su New York.
VIDEO

 

11. Il grande escluso: Il MoMa Museum
Ho scelto di escludere il MoMa Museum da queste 10 attrazioni non perché non meriti a pieno titolo di farne parte, ma perché essendo il museo di arte moderna e contemporanea più importante al mondo richiede un minimo di propensione a questo tipo di visita.
Un appassionato ma quasi profano della storia dell’arte potrebbe impiegare dalle 3 alle 5 ore per vederlo tutto, un amante del genere potrebbe impiegarne il doppio; per questo ritengo sia una scelta un po' meno scontata delle precedenti.

12. Il jolly : The Edge
Complice la pandemia che affligge l’intero globo e la sua recente inaugurazione, non ho ancora avuto la possibilità di gustarmi il nuovo osservatorio all’aperto che sorge al 30 di Hudson Yards.
The Edge (lo spigolo, la punta) è la terrazza all’aperto più alta di New York e vanta dei punti d’osservazione unici nel suo genere.
Probabilmente se l’avessi visitato sarebbe nella Top Ten

Follow Me

facebook-logo.png instagram-logo.png

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Dicono di noi

Scopri New York

Seguimi su Facebook e Instagram

    In collaborazione con

S'Istella viaggi

Un Sardo a New York

Tutto iniziò il 17 agosto di 28 anni fa. 
Era il 1992, ed io poco più che bambino stavo seduto in preda all'agitazione su un Boeing 747-400 della KLM in volo da Amsterdam verso la città dei sogni, quelli di allora e quelli di oggi, la città con la ferita più grande di queste ingiustificabili crociate moderne, la città che non si è arresa e combatte con pugni e sorrisi, la città che non dorme mai: New York City


LEGGI TUTTO

Follow Us

facebook  instagram youtube twitter 

 

Contattaci

E-mail

Telefono